La mia storia di cambiamento: Daniela Ardelean si racconta

Quante volte hai sentito la frase “fai della tua passione un lavoro” e ti sei detta “ok, ma come?”.
Oggi ti racconto la storia di una donna che è fatta di (stra)ordinaria perseveranza e determinazione.

Il messaggio è: se ti fai il mazzo e molte domande, le risposte arrivano. Con loro arriva un lavoro, su misura per te, e con lui un modo nuovo e creativo di esprimere chi sei, in tutto ciò che fai.

Sia chiaro: la bacchetta magica non c’è e metterci impegno fa parte del gioco. Così come osare – come ha fatto Daniela – e bussare alla porta di chi credi irraggiungibile.

Si chiama Daniela Ardelean, ha quarantacinque anni e viene dalla Romania.

La sua è una storia più attuale che mai, di questi tempi in cui parole come “straniera” e “immigrata” ispirano diffidenza e risvegliano paure ancestrali.

Non farò lunghe dissertazioni su questo tema, complesso e delicato: sono qui per raccontarti la vita di una donna gentile e determinata, che mi ha fatto pensare “se vuoi, puoi”.

La paura è stata la mia forza

“Quando sono emigrata in Italia, nel 2002, avevo poco meno di trent’anni e una laurea in psicologia che non potevo far valere, perché non era riconosciuta. Con me c’era mia figlia di due anni, Andra.

La Romania è un paese povero, uscito dal comunismo pochi anni prima. Daniela è incinta di sei mesi quando rimane vedova. Ha paura, per il suo presente e per il suo – il loro – futuro. Decide di fare richiesta, tramite un’agenzia, per trovare lavoro in Belgio, Francia, Italia.

Le prima proposta arriva da Madonna di Campiglio, così Daniela lascia sua figlia alla nonna e parte per lavorare tre mesi come cameriera, durante la stagione invernale.

“Ero tornata a casa contenta. L’esperienza era stata positiva e mi ero sentita davvero accolta. Vedevo l’Italia come un paese culturalmente vicino al mio e pensavo che integrarmi sarebbe stato più semplice che altrove. Così decisi di emigrare, questa volta con mia figlia.

“Sono arrivata in Italia nel 2002. Con me c’era mia figlia di due anni, Andra.”

La casa è dove scegli di costruirla

Daniela si trasferisce sul lago di Garda: è una zona turistica e ci sono più possibilità di lavorare. Comincia con lavori umili e impegnativi: fa la cameriera, le pulizie, l’assistente domiciliare.

“In quegli anni ho scoperto di saper fare tante cose, ho imparato a gestire le mie paure e le difficoltà pratiche della vita.”

Le chiedo come sia riuscita, soprattutto nei primi anni, a conciliare il lavoro con la vita di mamma single.
“Mia figlia faceva l’orario prolungato a scuola, così riuscivo ad andare a prenderla dopo il lavoro” racconta Daniela. “Spesso veniva mia mamma a trovarci, per darmi una mano, e durante le vacanze estive era mia figlia ad andare in Romania dalla nonna. Così io mi tuffavo nel lavoro full time e spesso nel lavoro extra, risparmiando il più possibile per i mesi invernali.”

Con il passare del tempo, la laurea in psicologia resta un ricordo, ma l’interesse verso l’animo umano cresce: “Quando finivo di lavorare e tornavo a casa la sera, mi mettevo a leggere e studiare. Ma non c’era solo questo. Mi rendevo conto che occuparmi delle persone a me piaceva. La cura, l’attenzione e il benessere, erano in tutti i lavori che facevo.

Le chiedo quali sono i suoi punti di forza. “Positività, impulsività, coraggio” mi risponde. E sono anche i talenti che mette in campo per contattare, un giorno, una delle coach più famose d’Italia: Lucia Giovannini.

“Avrei voluto seguire i suoi corsi, ma erano in altre città e per me era complicato partecipare. Così mi sono offerta per organizzarli sul lago di Garda. Lei ha accettato e in questo modo ho iniziato a occuparmi della parte organizzativa e anche a partecipare!”

Daniela Ardelean, organizzatrice dell’evento Crea La Vita Che Vuoi

Tre lavori e un progetto

Oggi Daniela fa tre lavori diversi, ma tutti accomunati dall’interesse verso il benessere psicofisico delle persone.

Come libera professionista, continua a occuparsi di assistenza per disabili e anziani, sia a livello domiciliare che in centri diurni. È diventata consulente benessere per l’azienda Swisscare e organizza corsi di crescita personale – fra cui yoga della risata con la Master Trainer Lara Lucaccioni.

La cosa di cui è più felice è l’evento che lei stessa ha ideato e organizzato: Crea la vita che vuoi, con quattordici relatori che animano un intero weekend dedicato alla crescita personale (la prossima edizione si tiene il 10-11 novembre 2018, te ne ho parlato qui).

Daniela mi racconta che ha cominciato a organizzare questo tipo di eventi perché è il suo modo per stare nel mondo del benessere e della crescita personale, pur non lavorando direttamente come psicologa.

È riuscita a guardare la sua laurea e le sue passioni da un punto di vista nuovo e a trovare la strada per dar loro una voce.

Ma come ha fatto per realizzare il suo progetto, Crea la vita che vuoi? “Ho fatto tesoro dell’esperienza come organizzatrice dei corsi di Lucia Giovannini, sono stata determinata (e impulsiva!) e ho seguito un percorso di coaching con Lara Ghiotto, dedicato a chi ha un progetto in testa. Lara mi ha seguita nelle varie fasi e sono riuscita a dargli vita!”

Dove trovi Daniela Ardelean? 

Il suo sito: www.danielaardelean.it

Sui social: Instagram e Facebook

E tu, che ne pensi?