Cambiare strada a 40 anni: Barbara si racconta

E se quel sogno diventasse il mio nuovo lavoro?
Se lo è chiesto che aveva quarantacinque anni, due figli adolescenti e la stessa professione da una vita. Poi l’occasione è arrivata, inattesa.
La cosa più logica? Cercare un altro lavoro, da impiegata.

Ma lei ha scelto di cambiare strada.
Difficile, certo, ma vuoi mettere la soddisfazione?

Barbara Pantano è un mix di romanticismo, energia ed eleganza. A me ha fatto subito simpatia, a pelle. Ci siamo conosciute anni fa, a un corso di web copywriting. Aveva perso il suo lavoro da contabile e allora si era decisa:

“Diventerò una wedding planner. L’azienda dove lavoravo ha chiuso, ho quarantacinque anni e quel sogno, dal cassetto, è ora di tirarlo fuori.”

Come nei sogni è la sua attività dal 2013 e per capirlo basta scambiare due parole con Barbara: organizzare matrimoni la diverte un mondo. 

“Non solo matrimoni. Organizzo anche eventi e feste. E a volte è davvero una sfida. L’anno scorso, a dicembre, mi hanno dato una settimana di tempo per mettere in piedi un compleanno!”
Una cosa che puoi fare se hai fantasia ma anche un grande senso pratico – e in questo, il passato da contabile di Barbara, aiuta molto.

Da contabile a wedding planner: ma come?

Aveva solo dieci anni quando aiutò la zia “del cuore” a preparasi per le nozze. E fu lei la prima a dirle che aveva talento nell’aiutare le future spose.
Barbara però studiò ragioneria e per molti anni si occupò di contabilità. Nel frattempo dava una mano alle amiche in vista del grande giorno e organizzava feste di compleanno per gli amici, dando voce al suo lato creativo.

“Nel 2012 avevo cominciato a guardarmi intorno. Cercavo dei corsi per imparare meglio a organizzare eventi e matrimoni. Pensavo di farlo per me, perché mi piaceva. Poi a fine anno sono rimasta senza lavoro. A quel punto ho preso la mia passione sul serio.

Barbara nel 2013 ha creato Come nei Sogni ed è diventata una wedding planner

Io, questo, lo trovo meraviglioso: un momento di difficoltà si è trasformato in un’occasione.
Barbara l’ha colta e si è data da fare. Ha messo insieme le sue doti: quelle da contabile – perché le esperienze che facciamo, nella vita, tornano sempre utili – e quelle che stavano in disparte, ad aspettare il momento buono.

Come si diventa una wedding planner?

Barbara torna a trovarci molto presto. Racconterà come è diventata weddig planner a Torino e darà qualche dritta per seguire i suoi passi.

E voi? Avete cambiato strada?
Raccontatemelo nei commenti, vi aspetto 😊

4 Comments on “Cambiare strada a 40 anni: Barbara si racconta”

  1. Una bella storia 🙂 la vita è evoluzione, il cambiamento è una realtà inevitabile ed è bello scegliere strade nuove nei diversi periodi della vita 🙂
    Io cambio lavoro più o meno ogni anno. Per scelta e per necessità, anche se forse la seconda è un po’ una scusa. Gli ultimi due anni li ho trascorsi quasi interamente in barca, prima attraversando l’Atlantico fino ai Caraibi, poi nel Mediterraneo e negli ultimi cinque mesi ho percorso via mare dall’Asia al mediterraneo attraverso Suez. Mi sono data alla vita marinaresca ed ho imparato un nuovo mestiere che mi permettesse di vedere più mondo possibile 🙂 non è stato semplice passare dall’ufficio ai capelli perennemente aggrovigliati dalla salsedine con le onde che spesso fanno i capricci, ma è stato comunque esaltante e farei di nuovo lo stesso salto (quasi) nel vuoto o forse, è meglio dire, un tuffo nell’oceano sconosciuto 🙂

    1. Ciao Valentina,
      Grazie per il tuo commento!
      Grande scelta la tua, quella di prendere il mare. Anni fa regalai a un amico il diario di viaggio di una coppia che gira il mondo in barca a vela. Da lì si appassionò al mare e un giorno comprò una barca per seguire le loro orme…
      Ora sono molto curiosa, sto leggendo il tuo blog 😊
      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *